Contrastare l’illecito incitamento all’odio online: l’iniziativa della Commissione registra progressi costanti, con l’adesione di ulteriori piattaforme
23 gennaio 2018
Non opposizione ad un’operazione di concentrazione notificata (Caso M.8672 — easyJet/Certain Air Berlin assets) – trasporto aereo
25 gennaio 2018

Bando EaSI sull’innovazione sociale e le riforme nazionali – Strategie innovative di conciliazione vita-lavoro

Nell’ambito del programma EaSI – Asse Progress è stato lanciato un bando da 10 milioni di euro per finanziare progetti volti a sviluppare, testare e attuare strategie innovative di conciliazione lavoro-vita privata sul posto di lavoro. L’obiettivo primario della call è aiutare gli attori governativi e non governativi e le parti sociali ad attuare i diritti e i principi stabiliti dal Pilastro europeo dei diritti sociali attraverso l'innovazione sociale e le riforme delle politiche nazionali relative alla conciliazione tra lavoro e vita privata. In particolare si punta ai seguenti obiettivi specifici:
- sviluppare, testare e/o attuare strategie innovative che favoriscano una maggiore partecipazione delle donne al mercato del lavoro e una migliore condivisione delle responsabilità di cura tra donne e uomini;
- sviluppare modelli sostenibili di partnership multilivello che facilitino l'attuazione di strategie innovative di conciliazione vita-lavoro sul posto di lavoro;
- promuovere la conoscenza e la condivisione di esperienze tra diversi Stati membri e/o imprese che già attuano strategie efficaci di conciliazione vita-lavoro, con una forte enfasi sulle sfide affrontate dalle donne nel mercato del lavoro e la necessità di coinvolgere più uomini nei doveri di cura;
- facilitare l'accesso a informazioni personalizzate sui diritti e i sussidi di protezione sociale;
- facilitare la mobilità professionale e geografica della popolazione economicamente attiva;
- sostenere la modernizzazione dei sistemi di protezione sociale per rispondere a sfide quali la digitalizzazione, l’evoluzione del mondo del lavoro, l'invecchiamento della popolazione. La Commissione Ue prevede di finanziare 5-7 progetti. Il bando scade il 18 aprile 2018.
Informazioni dettagliate e documentazione