Linee guida inerenti le incentivazioni per l’avviamento e lo sviluppo di rotte aeree da parte di vettori ai sensi dell’art. 13, comma 14, del decreto legge 23 dicembre 2013, n. 145 come modificato dalla legge di conversione 21 febbraio 2014, n.9.

Camera (IX Trasporti) e Senato (8a LP)
12 luglio 2016
Processo di liberalizzazione dei servizi a terra negli aeroporti civili, riferita al secondo semestre del 2015.
11 gennaio 2017

Linee guida inerenti le incentivazioni per l’avviamento e lo sviluppo di rotte aeree da parte di vettori ai sensi dell’art. 13, comma 14, del decreto legge 23 dicembre 2013, n. 145 come modificato dalla legge di conversione 21 febbraio 2014, n.9.

Linee guida inerenti le incentivazioni per l’avviamento e lo sviluppo di rotte aeree da parte di vettori ai sensi dell’art. 13, comma 14, del decreto legge 23 dicembre 2013, n. 145 come modificato dalla legge di conversione 21 febbraio 2014, n.9.

L’art. 13, comma 14, del decreto legge 23 dicembre 2013, n. 145 come modificato dalla legge di conversione 21 febbraio 2014, n.9 deve essere interpretato in linea con le linee guida della Commissione Europea e i precedenti giudiziari delle Corti Europee, incluso il caso Charleroi. Gli accordi tra gestori aeroportuali e compagnie aeree che non superano il test MEO (test dell’operatore in una economia di mercato) possono essere attuati soltanto una volta che le procedure di scelta del beneficiario siano state esperite in maniera trasparente e tale da garantire la più ampia partecipazione dei vettori interessati. Il comma 15 dell’art. 13 dispone che i gestori aeroportuali comunicano all’ART e all’ENAC l’esito delle procedure previste al fine di verificare il rispetto delle condizioni di trasparenza e competitività.

La principale finalità è quella di garantire la più ampia accessibilità da parte dei vettori alle iniziative di incentivazione assunte dai gestori aeroportuali, garantendo da un lato la loro informazione, e dall’altro la loro partecipazione senza discriminazione.

Al fine di assicurare la più ampia trasparenza e accessibilità delle incentivazioni, i gestori sono tenuti a:

- pubblicare semestralmente sul proprio sito web il programma complessivo di tali incentivazioni che intendono attivare per gli anni successivi;

- procedere all’aggiornamento del suddetto programma in caso di variazioni;

- pubblicare sul sito web: entro 15 gg dalla concessione di una incentivazione che non soddisfa il test MEO, gli esiti delle procedure dandone comunicazione all’ART e all’ENAC; entro il 31 gennaio dell’anno successivo l’ammontare complessivo a consuntivo delle incentivazioni che non soddisfano il test MEO concesse nell’anno precedente, dandone comunicazione all’ART e all’ENAC.

Le procedure di scelta dei beneficiari sono rimesse alla libera iniziativa imprenditoriale dei gestori aeroportuali.

La verifica del rispetto del principio di trasparenza e competitività è affidata all’ART e all’ENAC, fermi i poteri già spettanti alla stessa ART e all’Autorità garante della concorrenza e del mercato.

mit-linee-guida-n-275-11-agosto-2016